Vacanze Sicilia - Scoprire la Sicilia

Una splendida vacanza in Sicilia


Non appena si raggiungono le strade di Messina dopo aver lasciato il traghetto e messo piede sul suolo Siciliano, si ha la strana sensazione di trovarsi in una terra straniera, nonostante non si si lasciato il territorio italiano. Per questa sensazione ci sono diverse spiegazioni: nel corso dei secoli la Sicilia fu conquistata e dominata da diversi popoli, che nel corso nei secoli si sono mischiati con la popolazione locale. I popoli più grandi e importanti furono i Siculi, Greci, Cartaginesi, Romani, Saraceni e Normanni. Per le strade e i vicoli della Sicilia si vede per questo motivo ogni genere di persone. Dai piccoli di statura e dalla pelle scura fino a biondi con occhi azzurri. I Greci portarono diverse virtù in Sicilia. Il piacere di parlare, la bravura negli affari e il senso della bellezza furono trasmessi ai siciliani. Anche il popolo arabo portò i suoi costumi in Sicilia. Gli Arabi sono particolarmente sensibili in tutto ciò che concerne le donne. Non importa se sia la propria donna o la sorella, per tutto ciò che le concerne gli Arabi hanno sempre una risposta pronta, cosa che è stata assorbita dai Siciliani. Un tempo anche la giustizia personale aveva un alto valore per molti siciliani. Oggi queste dinamiche si trovano nei film sulla mafia, dove diverse famiglie mafiose esercitano vendette personali e poi si rifugiano nella macchia. Queste vicende trovano riscontro come ricordato solo nei vecchi film siciliani. La popolazione della Sicilia non si differenza da quella del resto d’Italia solo esteriormente. La Sicilia ha anche conservato una forte identità politica. La Sicilia ha un proprio governo e un proprio parlamento, che decide autonomamente di questioni regionali come il lavoro, la scuola e la famiglia.

 

Il cibo è per ogni siciliano qualcosa di sacro. Per la preparazione del cibi in Sicilia è ancora quasi sempre la donna ad occuparsene. Chi trascorre le proprie vacanze siciliane in una casa vacanze privata deve assolutamente provare qualche ricetta siciliana. Molte case vacanze in Sicilia dispongono di libri di cucina regionale o di ricette scritte a mano che si devono assolutamente provare. La Sicilia è famosa per la grande varietà di pesce. Questo va a vantaggio della cucina siciliana. In Sicilia si mangia molto pesce, che viene preparato in maniera molto appetitosa. La maggior parte dei tipi di pesce sono molto difficili da trovare da noi. Chi visita la Sicilia in estate o primavera può ange fare un giro in barca con i pescatori locali e pescare con loro. Nei mesi invernali non è molto indicato per i turisti a causa del mare più agitato. La cosa migliore è informarsi prima sul tempo in Sicilia per decidere se organizzare un uscita di pesca.

 

Ogni pasto inizia con un primo piatto, di solito a base di pasta con diversi sughi. Le più amate sono la pasta con l’aragosta oppure con le sardine. O anche il couscous di derivazione araba è molto consumato. Il couscous siciliano viene servito con un delicato brodo di pesce. Come secondo piatto si può scegliere tra carne o pesce, secondo il proprio gusto, e alla fine un pezzo di formaggio. Famoso è il “cannestrato”, un piccante formaggio di capra aromatizzato al pepe. A fine pasto vengono serviti fantastici frutti, di cui la Sicilia è così ricca. La Sicilia ha molti ristoranti. Per una serata romantica bisogna assolutamente sceglierne uno con una bella vista sul mare, Molti turisti sono attirati dalle spiagge della Sicilia per trovare un buon ristorante. Ma anche nell’entroterra ci sono ristoranti romantici. Con il cibo ci dev’essere anche da bere. Con il pesce si abbina molto bene il Corvo, c’è anche la variante rossa che si abbina molto bene con la carne. La Sicilia è inoltre famosa per la varietà di dolci, cioccolato, frutti glassati e canditi che non sono solo una dolce tentazione, ma sono anche di altissima qualità. Al famoso vino marsala siciliano non si deve rinunciare! Questo famoso rivale del porto viene preparato in maniera speciale. Ogni vacanza in Sicilia deve comprendere una visita alla città di Marsala, e non solo per il liquore che viene prodotto qui.