Palermo in Sicilia

 

 

Ai piedi del Monte Pellegrino, in un meraviglioso golfo della costa settentrionale della Sicilia, si trova il centro culturale dell’isola: Palermo. Chi arriva dall’aeroporto viene accolto dal lato meno bello della città: strade caotiche intasate dal traffico, e chi non è pratico dello stile di guida del posto (chi suona più forte il clacson ha la precedenza) rischia di soccombere presto.

 

Se invece si lasciano le vie principali e si passeggia per le vie del centro storico, si scopre il vero volto di Palermo. Sembra che la storia sussurri da ogni angolo e vicolo, a volte chiamando a gran voce dai tetti dei palazzi nobiliari. Mercati, piazze, palazzi chiese, caffè, bar…c’è così tanto da scoprire nella città più grande della Sicilia, nella quale fin dalla sua fondazione da parte dei Fenici nel XVIII secolo a.C. pulsa la vita. E la cosa buona è che si può visitare tutta a piedi in più tappe!

 

Per i fan di architettura e storia Palermo è un vero paradiso. Ci sono ad esempio i palazzi nobiliari. Quattro di questi sono in Piazza Vigliena, chiamata anche Quattro Canti, una delle più famose delle molte piazze principali, che contraddistinguono l’immagine di Palermo. Le loro facciate concave non si risparmiano in figure simboliche e ornamenti, e invitano a viaggi di scoperta.

 

Più impressionante è di sicuro il palazzo normanno, detto anche Palazzo Reale in via Vittorio Emanuele. Eretto nel XI secolo e ricostruito nel XV secolo, esso presenta un esempio interessante della compresenza di elementi cristiani e islamici. Prima qui risiedeva il re, mentre ora è la sede del parlamento. Per ragioni di sicurezza solo una parte del palazzo può essere visitata…però ne comunque vale la pena! Osservate anche gli altri palazzi testimoni di un passato splendore, poiché ce ne sono davvero tanti.

 

E se avete già visitato il Palazzo Reale, potete anche passare per la vicina cattedrale. Delle molte chiese di Palermo, l cui facciate rispecchiano tutte le epoche, questa è la più grande. Dopo che la prima pietra fu posata nel 1184, la costruzione venne modificata più volte nel corso della storia e nel XVIII secolo ci venne costruita una cupola barocca. Qui riposano tra l’altro i re svevi Federico II e Enrico VI.

 

Per riposarsi dopo una faticosa giornata di visite, oltre ai molti confortevoli caffè e ristoranti, si trova il Parco della Favorita, il parco più grande di Palermo, che dispone addirittura di una pista interna. Oppure potete seguire la scia di Goethe e rilassarvi tra le migliaia di specie di piante del Giardino Botanico. Gli alberi imponenti del parco offrono sempre abbastanza ombra per ripararsi dal solleone di mezzogiorno.

 

Di sera si riempiono di nuovo i locali, bar e caffè della città e ha inizio una vivace vita notturna. Per iniziare una buona serata a Palermo potete ad esempio visitare il Teatro Massimo, la terza casa dell’opera in Europa, che accoglie 3200 spettatori e che anche di giorno è uno spettacolo da non perdere.

 

Ci sarebbe molto da raccontare su Palermo, ma anche in questo caso vale la regola: al meglio visitate la città di vostra iniziativa. Da Trappeto Palermo è raggiungibile facilmente in auto. A soli 30-40 minuti di strada la città è una meta per una perfetta gita da fare in giornata.